Taglio pensioni di reversibilità: Simonetti (LN) “Governo bugiardo”

Inserita martedì, 27 settembre 2016 | da: roberto simonetti
Condividi questo articolo:
“Nonostante le promesse e le garanzie dei mesi scorsi, alla fine il taglio alle reversibilità ci sarà” . Così Roberto Simonetti capogruppo di Lega Nord in commissione lavoro alla Camera dei deputati. “L’ultima beffa a danno dei cittadini di questo vergognoso Governo è servita. Uno furto che penalizza migliaia di pensionati a causa delle nuove regole di calcolo dei redditi dei beneficiari di pensione ai superstiti introdotta dall’Inps con la circolare n. 195 del 30 novembre 2015. L’assegno – spiega Simonetti-  verrà legato al Tfr e al possesso di Btp e case, utilizzando il sistema di verifica annuale dei modelli RED.”

“Una mossa subdola quella di Renzi e company che prima hanno provato a far diventare le pensioni di reversibilità da «prestazioni a carattere previdenziale» a «prestazioni assistenziali» e poi, senza alcun dibattito parlamentare, hanno deciso di cambiare le modalità di calcolo del cumulo reddituale, pur di raggiungere lo scopo prefissato”.

“Aggiungendo rilevanze reddituali come tfr e titoli di Stato, il parametro reddituale di calcolo aumenta e, quindi, sarà oggetto di taglio, anche con efficacia retroattiva. Per questo – conclude la nota della Lega – abbiamo presentato un’interrogazione in commissione lavoro per chiedere al ministro un intervento urgente per sanare questa ennesima vergogna a danno dei pensionati.”

articolo LaVerità

interrogazione

Rimani aggiornato:

FACEBOOK: