Simonetti: il Governo finanzi la Cassa in Deroga! E' una emergenza sociale! • Roberto Simonetti

Simonetti: il Governo finanzi la Cassa in Deroga! E’ una emergenza sociale!

Inserita sabato, 12 Luglio 2014 | da: roberto simonetti
Condividi questo articolo:

È emergenza ammortizzatori sociali. Lo dicono imprenditori e sindacati. Pertanto sono voluto intervenire per sollecitare il governo a trovare una immediata soluzione al finanziamento della Cassa in Deroga presentando una opportuna interrogazione parlamentare sopratutto citado i dati preoccupanti del Piemonte e del biellese. Il PD al posto di dare soldi a chi il lavoro ce la già con i famosi 80 euro aiuti chi il lavoro non lo ha più !
On. Roberto Simonetti

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

Al ministro del lavoro e delle politiche sociali

Per sapere; premesso che:-

da mesi è allarme risorse per gli ammortizzatori sociali e giorni fa il Ministro in indirizzo, in dichiarazioni rilasciate a mezzo stampa, ha confermato che è emergenza perché manca all’appello 1 miliardo per rifinanziare la cassa integrazione in deroga dal momento che <<nel 2014 abbiamo dovuto utilizzare quelle stanziate per finanziare la cassa in deroga del 2013 che altrimenti sarebbe stata scoperta>>;

solo in Piemonte sono 35mila i lavoratori interessati dal rifinanziamento, di cui 2.500 a Biella;

 l’operato del Governo appare all’interrogante alquanto privo di coerenza, visto che da un lato riconosce l’emergenza risorse per la cassa integrazione in deroga, vitale  sostegno per migliaia di lavoratori e, dall’altro, reperisce le necessarie risorse per la cosiddetta “sesta salvaguardia” dei lavoratori esodati -categoria altrettanto bisognosa di tutele- intaccando proprio gli stanziamenti destinati agli ammortizzatori; -:

se il Governo non ritenga doveroso addivenire in tempi rapidi ad una soluzione della problematica esposta in premessa, al fine di garantire la tutela ed il sostegno al reddito di migliaia di lavoratori a rischio di  licenziamento in assenza di rifinanziamento;
se non ritenga di dover reperire le necessarie risorse attraverso l’attuazione di ulteriori misure di spending review.


Rimani aggiornato:


    Premendo su INVIA, si acconsente al trattamento dei dati come indicato nell'informativa sulla Privacy.


    FACEBOOK: