Il Quadrante è l'Istituzione che crea competitività al Biellese • Roberto Simonetti

Il Quadrante è l’Istituzione che crea competitività al Biellese

Inserita venerdì, 27 Luglio 2012 | da: roberto simonetti
Condividi questo articolo:

Le sfide di domani non possono essere più affrontate da soli. Creiamo una struttura istituzionale veramente competitiva a livello regionale, nazionale ed europeo

A seguito dell’incontro presso la Sala Becchia del Palazzo della Provincia, il Presidente Roberto Simonetti ringrazia i sindaci ed i rappresentanti politici del territorio per la partecipazione. “Il dibattito è stato appassionante ed appassionato – ha esordito Simonetti -, imperniato sui dati oggettivi che ho illustrato, riguardanti la residenzialità, la popolazione, i dati economici ed occupazionali dei territori del Piemonte.”
Per pianificare il futuro non si può prescindere da questi numeri che parlano, purtroppo, di una  Provincia di Biella, insieme a Vercelli sempre in difficoltà rispetto agli altri territori provinciali.
“Vi sono stati – ha proseguito il Presidente – diversi interventi, chi a favore di Biella e Vercelli e chi a favore del quadrante, ma la sintesi dell’on. Susta ha praticamente entusiasmato i presenti affrontando le tematiche per le quali il biellese è in crisi e per le quali quindi non ci si può più rivolgere al passato per gestire il futuro”. E’ indispensabile costruire un nuovo strumento istituzionale forte ed in grado di far crescere la competitività biellese sommando le eccellenze di ognuno per superare le singole debolezze strutturali, tanto più che Biella dovrà per forza confrontarsi con Novara per le politiche ferroviarie, per la gestione dei rifiuti, per la sanità, per le infrastrutture, per il turismo, pertanto è meglio essere uniti piuttosto che in competizione.
“Ecco – ha concluso Simonetti – che con questo spirito voglio continuare la dialettica territoriale per il biellese nel futuro”.


Rimani aggiornato:

    Premendo su INVIA, si acconsente al trattamento dei dati come indicato nell'informativa sulla Privacy.

    FACEBOOK: