Simonetti: Il sindaco Filoni non sia irriverente verso Gino Fussotto • Roberto Simonetti

Simonetti: Il sindaco Filoni non sia irriverente verso Gino Fussotto

Inserita lunedì, 1 Luglio 2019 | da: roberto simonetti
Condividi questo articolo:
Gentile Direttore ho letto con stupore le farsesche affermazioni del Sindaco Antonio Filoni di Mongrando che con una caduta di stile propria di chi amministra solo ideologicamente una comunità accusa la Lega e Gino Fussotto di immobilismo in merito alla realizzazione della rotonda sulla Settimo Vittone.
Innanzi tutto ricordo che Gino è stato ininterrottamente eletto per la  comunità di Mongrando dal 1995 fino allo scorso mese perchè non più ricandidato, ricoprendo ruoli di opposizione e per dieci anni quello di Sindaco. Nel suo mandato ha realizzato innumerevoli opere pubbliche, e per citarne solo alcune segnalo le rotonde in paese, i marciapiedi sulla provinciale, il parcheggi presso le poste, dietro all’asilo Favre e in via San Clemente, la costruzione della mensa alle scuole medie, l’ampliamento della scuola materna di Ceresane, i parchi gioco comunali, i servizi igienici nei cimiteri, il rifacimento delle strutture dell’Asilo Favre, ha aiutato nell’iter burocratico per la realizzazione della Caserma dei Carabinieri. Mentre dell’attuale amministrazione ricordo solo la quasi inutile passerella sull’Ingagna (con recinzione e arredo urbano faraonici a corredo) e il taglio del nastro di opere volute, progettate e fatte finanziare dall’ “immobile” Lega e Gino Fussotto, E mi riferisco per esempio alla tangenziale di Mongrando per il cui finanziamento trovai fondi a Roma ed ora alla rotonda appunto sulla Settimo Vittone, i cui fondi furono da me stanziati per quell’opera quando ero Presidente della Provincia.
Quindi il Sindaco Filoni non sia irriverente  verso un concittadino, un amministratore umile e appassionato del suo paese  come Gino Fussotto che ha dato a Mongrando un apporto esponenziale rispetto al suo ed invece lo ringrazi per aver programmato e fatto finanziare nel tempo infrastrutture indispensabili per Mongrando che lui ora può realizzare e inaugurare, altrimenti i suoi due mandati sarebbero stati ricordati esclusivamente per  i concerti al polivalente e la posa di targhe sulle opere già eseguite dallo stesso Fussotto.
Roberto Simonetti

Rimani aggiornato:
Premendo su INVIA, si acconsente al trattamento dei dati come indicato nell'informativa sulla Privacy.

FACEBOOK: