Simonetti: la rinegoziazione dei mutui della Provincia ora è possibile!

Inserita sabato, 22 novembre 2014 | da: roberto simonetti
Condividi questo articolo:

Gentile Direttore, volevo condividere con il suo organo di informazione ciò che è emerso di positivo durante i lavori della Commissione Bilancio alla Camera dei Deputati nella Legge di stabilità riferito alle problematiche economiche dell’Amministrazione Provinciale di Biella, a cui ho attivamente partecipato.

Come è noto le limitate disponibilità di spesa corrente dell’ente dipendono anche dalla consistente rata dei mutui pregressi che occupando praticamente un terzo delle stesse spese correnti limita drasticamente la programmazione dell’Ente .
Il territorio, rappresentato da tutte le sue componenti, ha da tempo sollecitato il governo ad intervenire, oltre che per ottenere una dotazione specifica per il ripianamento del disavanzo dovuto ai mancati e ridotti  trasferimenti erariali, anche per legiferare in merito alla possibilità di rinegoziare la rata dei mutui stessi finalizzata all’abbassamento della loro quota annuale, liberando così risorse da poter destinare alle manutenzioni.
In Commissione Bilancio in prima lettura della legge di stabilità alla Camera, sono stati presentati emendamenti in tal senso, sia dal sottoscritto che da altri gruppi politici. Il Governo, nella serata di venerdi ha accolto tale richiesta facendo approvare un suo emendamento che consente quindi agli enti locali  una nuova rinegoziazione dei mutui fino ad una durata massima di ulteriori 30 anni.
Pertanto possiamo dire che questa prima partita il territorio l’ha vinta.
Per quanto riguarda invece le ulteriori tematiche sul tappeto, come la possibilità di ottenere maggiori risorse, la regolamentazione della  gestione del personale della provincia, le rimodulazioni dei tagli in essere, le modifiche legislative inerenti la tassazione locale, il Governo ha promesso di occuparsene durante la seconda lettura che avverrà al Senato a partire da dicembre, chiedendo a noi deputati di ritirare i pertinenti emendamenti già depositati per ripresentarli e discuterli al Senato.
Tale richiesta è funzionale all’attesa della conclusione delle trattative in essere fra Governo , ANCI e UPI sui temi sopra esposti, all’attualità ancora in itinere.
Ecco quindi che dalla prossima settimana il dibattito si sposterà  al Senato in un clima di reciproco rispetto e auspicabile convergenza.
Sono fiducioso che alla Provincia, oltre al primo risultato concreto votato dalla Camera, arriveranno anche dal Senato ulteriori notizie positive .
On. Roberto Simonetti
Deputato Lega Nord
Rimani aggiornato:

FACEBOOK: